Via degli Orfani, 91
00186 - Roma
Tel.: 06.47884804
Cel.: 327.8455000
Lun-Sab 9:00 - 19:30


Antichità e pregj della Chiesa Guastallese

In 8°(225x166mm.), due parti in un volume: VII + pp.199 + pp.128 . Legatura in cartonato con titolo oro su tassello al dorso. Frontespizio entro cornice ornamentale. Lettera dedicatoria alla duchessa Teodora Assia-Darmstadt Gonzaga

Legato con De Vaticinio Jacobi Syntagma. Vicetiae, Dominicum Frigo, 1775.

Suddiviso in quattro dissertazioni ciascuna dedicata ad un vocabolo ebraico, il cui scopo è stabilire la corretta interpretazione della profezia del patriarca Giacobbe in merito al tempo della venuta del Messia, la cui traduzione corrente era: “Non recedet Sceptrum de Juda, donec veniat Scilòh”. Egli, con buone conoscenze della lingua ebraica, dedicando l’opera a Orazio Rota “praeceptor Linguae Sancta” in Mantova, scioglie l’enigmatico vaticinio traducendo “Non recedet Sceptrum Dominii de Populo Judaico, usque dum divinus veniat Messias”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Categoria: Religione, Storia Locale
Secolo: 1700-1799