Via degli Orfani, 91
00186 - Roma
Tel.: 06.47884804
Cel.: 327.8455000
Lun-Sab 9:00 - 19:30


Le vinti giornate dell’agricoltura, et de’ piaceri della villa

In 8° (200×145 mm.), cc.12 n.n. + pp.447, di cui (20 tavole sugli strumenti agricoli ). Legatura in pelle marmorizzata, titolo su tassello al dorso. Piccole macchioline e fioriture su alcune carte. Esemplare nel complesso genuino.

Rara edizione veneziana figurata di questo classico della trattatistica agricola rinascimentale, pubblicato per la prima volta nel 1550. L’autore riporta estesamente le pratiche agricole, la viticoltura, l’enologia, il giardinaggio e la cura dei cedri e degli alberi da frutto, l’allevamento delle vacche e dei buoi, delle pecore e delle capre, dei cavalli, degli asini e dei muli, dell’apicoltura, dei bachi da seta, e “Delle molte doti della magnifica, et illustre città di Brescia, & del suo Paese. al quale seguono poi le tre Giornate delle honeste commodità, & de gli honorati piaceri, che si cavano della villa”. Il Gallo (1499 – 1570), rinomato agronomo, membro dell’Accademia degli Occulti, introdusse in Italia la coltivazione del trifoglio e del riso. Arricchitosi con il commercio di tessuti, acquistò una proprietà terriera presso Poncarale, dedicandosi ai piaceri della vita di campagna e alla stesura del presente trattato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Categoria: Cucina, Varia
Secolo: 1500-1599