Baffo Pietro. Sintonia per armonia di metallo composta dal Maestro Pietro Baffo per il Concerto del Reggimento dei Carbinieri dedicata a Sua E.nza Monsignor Giuseppe Zacchia, Governatore di Roma e Capo Superiore dell’Arme.

In folio oblungo (mm. 282 x 215),20 pagine manoscritte di musica notata; legatura coeva in marocchino verde alle armi del cardinale Giuseppe Zacchia Rondinini. I piatti presentano una larga bordura di ferri floreali a spirale, seguita da una seconda bordura realizzata da ferri ripetuti di stilizzati tondeggianti, al centro le armi del Cardinale miniate. Pietro Baffo, nato a Rimini nel 1818, fu professore di flauto, dal 1840 fu Capo Musica del reggimento dei Carabinieri Pontifici; nel 1845 per un breve periodo ( 20 agosto -ottobre) fu Maestro del Coro dell’Università degli Ebrei di Roma, dalla fine fine dello stesso anno fece parte dell’Accademia di santa Cecila e nel biennio  1866 – 1867 fu maestro di cappella e direttore del Concerto armonico di Frosinone.

Nell’ambito della riorganizzazione dello Stato Pontificio dopo il Congresso di Vienna Il Cardinaale Consalvi con Notificazione del 16 luglio 1816 istituì il Corpo dei Carabinieri Pontifici primo fra tutte le componenti delle Forze Armate. Potevano essere ammessi al Corpo dei Carabinieri Pontifici tutti i cittadini celibi o vedovi senza prole, capaci di scrivere e leggere, con una statura non inferiore ai 5 piedi e 3 pollici per la Cavalleria, 5 piedi e 2 pollici per la Fanteria, di robusta e sana costituzione, di moralità irreprensibile. A tale riguardo, nel 1816 venne pubblicato un libretto di 72 pagine: Sentimenti morali e brevi istruzioni per un Carabiniere nel quale erano riportate sia le norme del buon comportamento da tenersi in famiglia, nei confronti delle Istituzioni, dei superiori, della gente comune, nonché le disposizioni legislative relative ai diversi servizi svolti dai militi.

L’adesione ai moti del 1831, puniti con lo scioglimento del 2° Reggimento, ed il giuramento di fedeltà dell’intero Corpo al Governo Repubblicano di Roma furono severamente castigati con la Notificazione del 17 settembre 1849 a firma dei Cardinali Della Genga Sermattei, Vannicelli Casoni e Altieri con cui il Corpo dei Carabinieri venne sciolto e abolito.

Giuseppe Antonio Zacchia Rondinini (1787-1845) si laureò in Filosofia alla Sapienza a Roma, fu Referendario del Tribunale della Segnatura Apostolica (1815); Vice-legato in Romagna (1816); Protonotario Apostolico (1817), Governatore di Ascoli Piceno, Fermo,Frosinone, Viterbo.Cavaliere dell’Ordine di Malta (1835); Vicario del Cardinale Carlo Odescalchi (1835); ordinato sacerdote nel 1841; Governatore di Roma, Vice camerlengo e Capo delle Armi (1842), Cardinale  nel 1845.

 

 

 

Richiesta/Enquire: Baffo Pietro. Sintonia per armonia di metallo composta dal Maestro Pietro Baffo per il Concerto del Reggimento dei Carbinieri dedicata a Sua E.nza Monsignor Giuseppe Zacchia, Governatore di Roma e Capo Superiore dell’Arme.

    Nome/First Name

    Cognome/Last Name

    Telefono/Phone

    Email (required)

    Libro/Book

    Messaggio/Notes

    Ho letto l’informativa Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.